Paragone umilia Lucarelli: “Pensa a dare i voti ai ballerini, invece di occuparti di Covid e vaccini”

paragone-umilia-lucarelli:-“pensa-a-dare-i-voti-ai-ballerini,-invece-di-occuparti-di-covid-e-vaccini”

Sul ring televisivo di Piazza Pulita, il confronto tra Gianluigi Paragone e Selvaggia Lucarelli è arrivato anche ai colpi bassi. Allo scambio di battutine reciproche rivelatore di una tensione piuttosto palpabile. L’altro ieri sera a Piazza Pulita su La7, Paragone, in merito all’emergenza sanitaria, ha tenuto a precisare: “Il problema si chiama sanità pubblica, non si chiama no-vax”. L’esponente di Italexit è notoriamente critico sul vaccino e contrario al Green Pass. A quel punto Lucarelli, che lo ascoltava in collegamento, è intervenuta a gamba tesa interrompendo l’interlocutore.

Paragone ha sempre grossi problemi con i paragoni. L’altra volta ha confrontato i contagi nei locali con il fatto di poter fumare o meno nei locali, facendo una confusione enorme”, ha affermato la giornalista, facendo indispettire l’ex pentastellato. Così, è scattato l’acceso botta e risposta. “Lucarelli, lo so che a furia di fare la giudice tra i ballerini, balli da una cosa a un’altra”, ha punzecchiato Paragone. E lei, seccatissima: “Questa me l’aspettavo, è una battuta stupida e svilente. Stai calmo e porta rispetto”.

Nel serratissimo battibecco, è stato Paragone a prendere nuovamente la parola. “A Lucare’, vai alla sostanza se ce l’hai”. Scocciata la reazione della giornalista: “Ti chiederei di chiamarmi con il mio cognome. Innanzittutto stai calmo, evita questa strafottenza e comincia a portare rispetto”. Si è proprio offesa la soubrette. Lo ha riportato il Giornale.